Brexit – Scadenza al 31 marzo 2021 per le istanze di rimborso IVA

Studio Del Nevo
A partire dal 1° gennaio 2021, con l’uscita del Regno Unito dalla UE, le imprese dell’Unione Europea non potranno più ottenere la restituzione dell’Iva pagata sugli acquisti in UK e viceversa, salva la stipula di specifici accordi bilaterali o di un’intesa generale.

Non saranno più applicabili le disposizioni della direttiva 2008/9/CE del 12 febbraio 2008, sul rimborso dell’Iva pagata in uno Stato membro diverso da quello di residenza, bensì quelle della direttiva 86/560/CEE del 17 novembre 1986 che regola i rapporti con Paesi extra-Ue.

Le disposizioni della direttiva 2008/09, quindi, saranno ancora valide ed applicabile solo per gli acquisti di beni e servizi effettuati nel corso del 2020 e il termine ultimo per la presentazione delle domande di rimborso Iva allo Stato comunitario in cui l’imposta è stata versata scadrà il 31 marzo 2021.
Questo sito web utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.