Sanzioni alla Russia: export e spedizioni

Sono moltissime le imprese in difficoltà a seguito delle sanzioni alla Russia.

Dai settori della meccanica e della tecnologia a quello del lusso, sono presenti molte criticità, anche e soprattutto per chi ha già effettuato i lavori per un cliente russo. Aziende che hanno il carico di merci imballato e pronto a partire, in alcuni casi già pagato, e si confrontano con una situazione mutata e quasi impossibile da gestire. 

Export e spedizioni durante le sanzioni alla Russia

Purtroppo, in particolare per i rapporti già in essere, le cose si fanno molto complicate per via dei tre ordini di limitazioni che sono stati introdotti dalle sanzioni e che vanno a coprire un ventaglio di situazioni estremamente largo:

  • Ci sono misure soggettive, e riguarda le persone o i gruppi con cui non è possibile avere rapporti perché inclusi specificamente nelle sanzioni. E’ il caso dei noti oligarchi che sostengono l’attuale Governo russo. Tali soggetti stanno anche subendo delle misure di congelamento patrimoniale che potrebbero render loro impossibile adempiere agli accordi.
  • Ci sono poi misure oggettive legate al prodotto. Attrezzature militari ma anche beni dual use in generale (suscettibili anche in parte di uso militare), beni e tecnologie in grado di contribuire al rafforzamento della difesa e della sicurezza, ma anche alla alla raffinazione del petrolio, allo sviluppo dell’aviazione e dell’industria spaziale.
  • Sono poi state messe in atto misure per mettere sotto embargo alcune banche, con la nota esclusione dal circuito SWIFT. E’ quindi di fatto impossibile eseguire o ricevere pagamenti dalle banche interessate, anche qualora la merce sia già stata consegnata. Il rischio è quello, anche riuscendo a consegnare il materiale, di non vederselo pagare.

La soluzione migliore è la verifica preventiva

La scelta migliore per non esporsi a rischi è lo studio preventivo, fatto a partire dalle voci doganali e consultando i regolamenti e le norme che hanno imposto le restrizioni. Intervenire sull’esistente, con sanzioni così stringenti e puntuali, non è facile. E’ però possibile analizzare le situazioni per appurare le la propria attività, il proprio cliente o la banca a supporto sono sottoposte ad embargo. 



Questo sito web utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.