In offerta!

28,00 + IVA

LA GUIDA È UN PRODOTTO DIGITALE (PDF) E NON UNA COPIA FISICA.

Autore: Simone Del Nevo
Anno Edizione: 2021
Pagine: 89
Formato: PDF

Perché acquistare questa guida?
Perché è uno strumento molto originale e pratico.
Esso propone una chiara ed efficace analisi di comuni casi concreti, che consentono di riepilogare le operazioni svolte in dogana nel periodo di riferimento e rispettare la normativa attualmente vigente.
Si tratta di un vero e proprio vademecum.
Nell’impossibilità di creare un documento esaustivo di tutte le possibili casistiche, sono stati individuati i casi più frequenti, che sono stati analizzati attraverso il fac-simile della dichiarazione da produrre in Dogana.

Nel caso si volesse acquistare la pubblicazione mediante bonifico bancario contattare: amministrazione@studiodelnevo.it

Categoria:

INDICE

PARTE PRIMA – PERIODICITA’ DI PRESENTAZIONE
1.1 PERIODICITA’ DI PRESENTAZIONE CESSIONI BENI
1.2 PERIODICITA’ DI PRENSETAZIONE DEGLI ACQUISTI DI BENI
1.3 PERIODICITA’ DI PRESENTAZIONE CESSIONI SERVIZI
1.4 PERIODICITA’ DI PRESENTAZIONE ACQUISTI SERVIZI
1.5 FACOLTA’ DI PRESENTAZIONE MENSILE
1.6 PASSAGGIO DA PERIODICITA’ MENSILE A TRIMESTRALE
1.7 NEL CASO IN CUI NON SIANO PRESENTI OPERAZIONI
1.8 LA RILEVANZA DEI DAZI
1.9 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE
1.10 L’ADESIONE AL SERVIZIO TELEMATICO
1.11 TERMINI DI PRESENTAZIONE

PARTE SECONDA – TRIANGOLAZIONI
2.1 ITALIA 1 VENDE MERCI AD ITALIA 2 E LE CONSEGNA DIRETTAMENTE AL CLIENTE FINALE POLACCO
2.2 OPERATORE ITALIANO ACQUISTA MERCE IN OLANDA E LA RIVENDE AL PROPRIO CLIENTE POLACCO DANDO ISTRUZIONI AL FORNITORE OLANDESE DI CONSEGNARE I PRODOTTI DIRETTAMENTE IN POLONIA
2.3 OPERATORE ITALIANO VENDE MERCE AL PROPRIO CLIENTE OLANDESE ED INOLTRA I BENI DIRETTAMENTE IN POLONIA AL CLIENTE FINALE DEL SOGGETTO OLANDESE
2.4 OPERATORE ITALIANO ACQUISTA MERCE DAL PROPRIO FORNITORE OLANDESE E RICEVE I PRODOTTI DIRETTAMENTE DALLA POLONIA
2.5 OPERATORE ITALIANO EMETTE FATTURA DI VENDITA NEI CONFRONTI DEL PROPRIO CLIENTE SVIZZERO E CONSEGNA LE MERCI AL DESTINATARIO FINALE POLACCO.
2.6 OPERATORE ITALIANO VENDE MERCE AD UN CLIENTE POLACCO E CONSEGNA I BENI DIRETTAMENTE AL DESTINATARIO FINALE SVIZZERO
2.7 OPERATORE ITALIANO ACQUISTA MERCE DA FORNITORE SVIZZERO E RIVENDE I PRODOTTI A CLIENTE FINALE POLACCO DANDO ISTRUZIONI AL PROPRIO FORNITORE DI CONSEGNARE LE MERCI DIRETTAMENTE AL PROPRIO CLIENTE POLACCO
2.8 OPERATORE ITALIANO ACQUISTA MERCE DA FORNITORE POLACCO E RIVENDE I PRODOTTI A CLIENTE FINALE SVIZZERO DANDO ISTRUZIONI DI SPEDIRE LE MERCI
DIRETTAMENTE DALLA POLONIA ALLA SVIZZERA
2.9 OPERATORE ITALIANO ACQUISTA MERCE DA FORNITORE POLACCO E RICEVE LE MERCI DIRETTAMENTE DALLA SVIZZERA
2.10 OPERATORE ITALIANO ACQUISTA MERCI DA FORNITORE SVIZZERO E RICEVE I PRODOTTI DIRETTAMENTE DALLA POLONIA

PARTE TERZA- LAVORAZIONE INTRACOMUNITARIE
3.1 OPERATORE ITALIANO INVIA MERCE AD OPERATORE POLACCO PER SOTTOPORLA AD UN PROCESSO DI LAVORAZIONE A TITOLO ONEROSO AL TERMINE DEL QUALE I PRODOTTI SONO DESTINATI A RIENTRARE IN ITALIA
3.2 OPERATORE ITALIANO INVIA MERCE AD OPERATORE POLACCO PER SOTTOPORLA AD UN PROCESSO DI LAVORAZIONE A TITOLO GRATUITO AL TERMINE DEL QUALE I PRODOTTI SONO DESTINATI A RIENTRARE IN ITALIA
3.3 OPERATORE ITALIANO RICEVE MERCI DA UN OPERATORE POLACCO PER SOTTOPORLE AD UN PROCESSO LAVORATIVO A TITOLO ONEROSO. AL TERMINE DELLA LAVORAZIONE LE MERCI VERRANNO RISPEDITE IN POLONIA
3.4 OPERATORE ITALIANO RICEVE MERCI DA UN OPERATORE POLACCO PER SOTTOPORLE AD UN PROCESSO LAVORATIVO A TITOLO GRATUITO. AL TERMINE DELLA LAVORAZIONE LE MERCI VERRANNO RISPEDITE IN POLONIA

PARTE QUARTA – TRIANGOLAZIONI CON LAVORAZIONE
4.1 OPERATORE NAZIONALE IT1 VENDE UN MACCHINARIO A SOGGETTO POLACCO (PL) E CONSEGNA PER CONTO DEL PROPRIO CLIENTE PL IL BENE AD ALTRO SOGGETTO NAZIONALE IT2  PER LA LAVORAZIONE AL TERMINE DELLA QUALE QUEST’ULTIMO INVIERÀ I BENI A PL
4.2 OPERATORE NAZIONALE IT ACQUISTA UN MACCHINARIO DA SOGGETTO POLACCO PL1 CON INCARICO A QUESTI DI CONSEGNARLO PER LA SUCCESSIVA LAVORAZIONE AD ALTRO SOGGETTO POLACCO PL2 IL QUALE AL TERMINE DELLA LAVORAZIONE NE CURA L’INVIO IN ITALIA AL COMMITTENTE NAZIONALE
4.3 OPERATORE NAZIONALE IT INVIA UN MACCHINARIO A SOGGETTO POLACCO PL1 PER LA LAVORAZIONE CON INCARICO A QUESTI DI INVIARE IL BENE PER ULTERIORE
TRASFORMAZIONE AD ALTRO SOGGETTO POLACCO PL2 AL TERMINE DELLA QUALE QUEST’ULTIMO INVIERÀ IL MACCHINARIO IN ITALIA A IT
4.4 OPERATORE NAZIONALE IT1 RICEVE UN MACCHINARIO DA SOGGETTO POLACCO PL PER LAVORAZIONE CON INCARICO DA PARTE DI QUESTI DI INVIARE IL BENE PER ULTERIORE TRASFORMAZIONE AD ALTRO SOGGETTO NAZIONALE IT2 AL TERMINE DELLA QUALE QUEST’ULTIMO INVIERÀ IL MACCHINARIO IN POLONIA A PL
4.5 OPERATORE NAZIONALE IT INVIA MACCHINARIO A SOGGETTO POLACCO PL1 PER LAVORAZIONE, IL QUALE SUBAPPALTA LA LAVORAZIONE AD ALTRO SOGGETTO POLACCO PL2 CHE, AL TERMINE DELLA SUA PRESTAZIONE INVIA IL BENE IN ITALIA AD IT
4.6 OPERATORE NAZIONALE IT1 VENDE MACCHINARIO A SOGGETTO POLACCO PL E CONSEGNA, PER CONTO DEL PROPRIO CLIENTE PL IL BENE AD ALTRO SOGGETTO NAZIONALE IT2 PER UNA PRIMA LAVORAZIONE; IT2 PER CONTO SEMPRE DEL SOGGETTO POLACCO INVIA IL BENE PER ULTERIORE TRASFORMAZIONE AD ALTRO SOGGETTO NAZIONALE IT3, AL TERMINE DELLA QUALE QUEST’ULTIMO INVIERÀ IL MACCHINARIO IN POLONIA PRESSO PL

Informazioni aggiuntive

Autore

Simone Del Nevo

Argomento

Intrastat