• ORIGINE DELLA MERCE

    preferenziale e non preferenziale

  • Seminari e corsi di formazione

  • Consulenza in materia doganale

Area utenti

Par avere accesso ai documenti riservati, occorre effettuare il login.

Società di servizi per l'estero e disbrigo pratiche

INTRA PDF GUIDA

CORSOintra

Con il Decreto Legge 124/2019 il Governo impone l’obbligo di trasmissione telematica del Documento di Accompagnamento Semplificato.

Il DAS – Documento di Accompagnamento Semplificato è un atto che deve essere presentato all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ogni volta che vengono immessi nel territorio nazionale prodotti soggetti al pagamento dell’accisa o di altre imposte indirette.

Il DAS accompagna la merce trasportata e bisogna mostrarlo alle autorità competenti durante un eventuale controllo.

La compilazione del DAS è prevista dal Testo Unico sulle Accise in ricezione della direttiva europea n. 3649/92 la quale regolamenta la circolazione intracomunitaria dei prodotti oggetto d’imposta.

Il DAS deve contenere le seguenti informazioni:

  • I dati del soggetto trasportatore
  • La data del trasporto
  • I dati identificativi del prodotto
  • I dati del soggetto destinatario
  • Il numero del documento
  • Le sedi di partenza e di consegna
  • Eventuali informazioni aggiuntive

Finora questo documento è stato compilato a mano attraverso i modelli vidimati con bollatura a secco. Ma dal 1° luglio 2020 tutto questo diventa digitale.

DAS telematico: cosa bisogna trasmettere e come farlo

La trasmissione del DAS telematico avviene previa registrazione alla piattaforma online messa a disposizione dall’Agenzia delle Dogane.

Le imprese depositarie, in qualità di Gestore, provvedono all’invio del DAS telematico solo se in possesso di un’identità digitale attraverso SPID o CNS.

È possibile concedere ad un soggetto terzo la comunicazione del DAS telematico e nominarlo, dunque, in qualità di Gestore.

Le fasi della trasmissione telematica del DAS:

Il soggetto speditore compila la bozza del DAS elettronico inserendo le informazioni richieste e la inoltra all’Agenzia delle Dogane

Il documento viene analizzato dall’ente per la verifica dei requisiti richiesti. Successivamente, il sistema produce un documento con esito negativo o positivo. In caso positivo all’atto generato vengono affiancati un codice SRC (Semplified Reference Code) e un glifo QR/Code i quali, uniti alla firma digitale dell’Agenzia sostituiscono la bollatura a secco della procedura manuale

Il soggetto speditore scarica il documento generato e consegna il DAS elettronico e relativi codici al vettore incaricato del trasporto

Quando la merce arriva a destinazione la quantità del prodotto indicata nel DAS elettronico e trasportata va comunicata all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli mediante l’invio di un rapporto di ricezione

 

(fonte: Tecno Accise)