• ORIGINE DELLA MERCE

    preferenziale e non preferenziale

  • Seminari e corsi di formazione

  • Consulenza in materia doganale

Area utenti

Par avere accesso ai documenti riservati, occorre effettuare il login.

Società di servizi per l'estero e disbrigo pratiche

brexit

INTRA PDF GUIDA

CORSOintra

Con Nota Prat. n. 121851 del 20 Maggio 2020 l'Agenzia delle Dogane ha reintrodotto 'obligo della compilazione della casella 2 della bolla doganale di import (D.A.U. - Documento Amministrativo Unico).

Con nota n. 7949 RU del 22 gennaio 2018 dell'ex Direzione Centrale Tecnologie per l'Innovazione (ora Direzione Organizzazione e Digita! Tran[formation), era stato disposto l'obbligo di compilazione della casella n. 2 del D.A.U. all'importazione, successivamente sospeso, con nota n. 16696 RU del 9 febbraio 2019, a fronte di richieste di chiarimento avanzate da parte di alcuni operatori, che segnalavano anche difficoltà nell'adeguamento dei loro sistemi.

Le stesse appaiono riconducibili a due casistiche fondamentali: la difficoltà di reperimento dei dati necessari alla compilazione della casella n. 2 nel caso di dichiarazione di importazione per merci estratte da un deposito doganale (c.d. appuramento del regime a scarico della dichiarazione IM7), in quanto le transazioni commerciali che hanno dato origine all'introduzione in deposito potrebbero risalire aperiodi molto antecedenti; l'onerosità di dover produrre distinte dichiarazioni doganali di importazione quando varie partite di merce, provenienti e fatturate da diversi soggetti cedenti esteri, devono essere estratte insieme dal deposito, oppure arrivano dal Paese terzo consolidate in un'unica spedizione.

Relativamente al problema rappresentato della difficoltà del reperimento dei dati si evidenzia che se il termine temporale di conservazione dei documenti e delle altre informazioni è previsto in "a/meno tre annr, a mente dell'art. 51 del Reg. (UE) 952/2013 - Codice Doganale dell'Unione -, nel caso di regimi diversi dall'immissione in libera pratica lo stesso articolo specifica che il termine decorre "da!lafine de/!'annone! mrJ'odel quale il regimedoganalein qtteJ'tioneè .ftato appurato", con ciò dando per scontato che, per l'intero periodo in cui le merci sono vincolate al regime, i relativi docwnenti e le informazioni pertinenti devono, necessariamente, essere forniti all'Autorità doganale, qualora richiesti.

Per quanto concerne invece la circostanza che una dichiarazione doganale di importazione debba riferirsi a un solo soggetto cedente estero, pare invero un principio elementare. In entrambi i casi prospettati dovranno pertanto essere predisposte più dichiarazioni doganali, a fronte delle diverse transazioni economiche intercorse con i cedenti/ fornitori esteri.

Agenzia delle Dogane